Almeno 50 persone, suddivise tra volontariato, cittadinanza ed istituzioni, si sono ritrovate stamane, domenica 25 marzo, per la prima edizione di “Quartiere Pulito 2018 – Druento”.

Per il mondo del volontariato erano presenti la Protezione civile della Comunità di Scientology (Procivicos) che ha organizzato l’evento, il gruppo comunale di Protezione Civile di Druento, Legambiente Metropolitano, l’Associazione Nazionale Carabinieri di Druento, il primo cittadino Sergio Bussone, l’assessore allo sport ed istruzione, Denise Manca e l’assessore ai Lavori Pubblici e Manutenzione del patrimonio, Carlo Vietti.

Ciò che ha soddisfatto più di ogni altro aspetto gli organizzatori è stata la partecipazione dei cittadini: tanti druentini, adulti e piccini, hanno contributo ad un considerevole risultato con almeno 8 quintali di rifiuti raccolti.

Suddivisi in tre gruppi di lavoro i volontari hanno ripulito strade, marciapiedi, aree giochi e pedonali, piste ciclabili, sentieri e canali di scolo lungo i prati nella zona compresa tra Largo Oropa ed il Parco della Mandria fino all’area pic-nic oltre il torrente Casternone; quindi nell’area industriale del paese, parte della strada Provinciale numero 8, e poi ancora la zona di Via Dante Alighieri e i Giardini di Via Petrarca fino verso la SP 179 (che conduce a Pianezza) per terminare al centro sportivo comunale ed alle Scuole Medie ed Elementari in via Manzoni.

“Un’iniziativa che abbiano voluto vivere – ha commentato l’assessore Denise Manca – per cercare di sensibilizzare i cittadini verso una cultura che pirti maggior rispetto nei confronti dei luoghi dove viviamo. Non possiamo continuare a sottovalutare ciò che sta succedendo all’ambiente proprio in conseguenza dei nostri comportamenti e delle nostre azioni. Non a caso abbiano scelto di indossare queste pettorine con la scritta ‘lavoriamo per Noi’. Difendere l’ambiente equivale a tutelare noi stessi”.

Oltre 11 Km di percorso ripuliti raccogliendo molte bottiglie di vetro e plastica, lattine, carta e cartacce, plastica e rifiuti di vario genere.

Il tutto grazie anche alla collaborazione della CIDIU che in qualità di gestore del servizio raccolta rifiuti urbani ha fornito i sacchi di plastica per la raccolta e poi smaltirà i vari quintali di rifiuti raccolti.

“Vi è il desiderio generale – ha affermato Giuseppe Tesio, referente Provicicos – di ripetere al più presto l’iniziativa coinvolgendo sempre più le realtà locali e del territorio per creare un appuntamento fisso bimensile, che si propone di aumentare negli abitanti la consapevolezza e la necessità di tutelare l’ambiente e non accettare più comportamenti incivili ed irrispettosi del bene pubblico nel quale tutti viviamo. La costante obiezione “qualcuno dovrebbe farlo”, “sarebbe ora che qualcuno…” “non se ne può più…”,  ha trovato stamattina a Druento una semplice ma efficace risposta: “si può fare qualcosa al riguardo” ed  è stato fatto”.