“Guardare il sorriso dei bimbi mentre giocano è la soddisfazione più grande”, queste parole di Emanuele Arduini, maestro di educazione motoria della scuola primaria Barolo di Altessano a Venaria, racchiudono tutto lo spirito con il quale è stata promossa la collaborazione con il Basket Venaria e la Fiat Auxilium Torino. Una sinergia per promuovere la pallacanestro fra i più piccoli. Un progetto che ha visto tutte le classi, dalla prima alla quinta elementare, impegnate e coinvolte in due settimane di lezioni dagli istruttori della Fiat Auxilium e del Basket Venaria, con la supervisione di Marco Tempesta, responsabile Scuole e mini basket Auxilium e Matteo Mitton, presidente storico del Basket Venaria. “Da più di vent’anni siamo presenti nelle scuole cittadine – racconta Mitton – proprio per promuovere sport che non siano il calcio. Anche qui alla Barolo è stata un’esperienza entusiasmante”. Mercoledì 30 gennaio si è svolta la festa di chiusura con ospiti di spicco: David Okeke e Marco Portannese della squadra di A1 dell’Auxilium, e Valeria Trucco, anche lei in A1 con la Pallacanestro Torino nella Lega femminile. 

Gioia incontrollabile da parte dei bimbi, affascinati da questi giganti buoni. Frenesia a mille per poter giocare anche solo un istante con questi campioni. E poi la classica, genuina e dirompente curiosità dei piccoli che hanno letteralmente inondato di domande i giocatori. Un fiume in piena che ha visto la naturale conclusione con le foto di rito e la passerella degli autografi. Tutti rigorosamente in fila: chi con una maglia, chi con un pallone, un cappellino o una sciarpa, altri con un disegno, per ricevere il segno di un ricordo che resterà indelebile. Su quell’oggetto. Ma certamente nei loro cuori. 

“Per noi di Fiat Torino, presentare una nuova disciplina sportiva in sinergia con le società del territorio  – spiega Marco Tempesta – e vedere i bimbi felici ci gratifica enormemente, ancora di più potrà esserlo se li vedremo, insieme alle famiglie, al Palavela in occasione delle partite di campionato della prima squadra, o se decideranno di venirci a trovare in palestra”.

Molto contenta anche Gloria Rossini, direttrice della scuola Barolo: “La nostra volontà è quella che i bambini possano avere vicino a sè tutti gli sport e nel corso delle lezioni di motoria, durante l’anno scolastico, vengono presentati il più possibile. Ci ha fatto piacere avere qui dei giocatori di serie A, i bimbi erano entusiasti nel vedere dal vivo dei personaggi che reputano importanti”.

Il saluto della dirigenza Fiat Torino:
“Incontrare i ragazzi delle scuole – afferma Ferencz Bartocci, DG Fiat Auxilium Torino – rappresenta per noi un’opportunità per far conoscere il mondo Auxilium. I legami con il territorio avviati con Fiat Torino Generation ne sono un’ulte

riore conferma. Avere poi tutti al Palavela è un obiettivo come quello di avviare alla pratica della pallacanestro, in collaborazione con le altre Società e le scuole, il numero maggiore di piccoli studenti. Ringrazio a nome del Club la scuola Barolo di Venaria per l’ospitalità e per quanto riusciremo a fare insieme”.

Un ultimo regalo: la scuola Barolo, bimbi e famiglie, domenica prossima, in occasione del match fra l’Auxilium e la Reggiana, è stata invitata al Palavela. Per stare insieme, per condividere un’altra esperienza. Per tifare Fiat Torino.