La prima edizione della Dama dei Castelli del Piemonte, svoltasi a Pianezza, ha visto primeggiare Susa. Con Elena Picone che ha rappresentato Adelaide, la Contessa di Susa. Un buon successo, nonostante l’inclemenza del tempo che ha impedito lo svolgimento della manifestazione all’aperto. Ma grazie alla grande di disponibilità del parroco, don Beppe e la determinazione del primo cittadino, Antonio Castello, l’evento si è potuto svolgere presso i meravigliosi spazi del Barrocco. L’eleganza e la bellezza delle dame ha fatto il resto creando di fatto un’atmosfera magica, d’altri tempi. Un clima che ascoltando gli organizzatori dovrà “diventare sempre più importante e coinvolgente di anno in anno”.

Altri riconoscimento significativo è stato assegnato ad Alice Giorgino, alias Giovanna Maria Grimaldi del Cantun Gesù borgh di Pianezza, vincitrice della ‘dama social’. Mentre hanno anche partecipato per il comune pianezzese: per il Cantun Madona dla Steila San Bernard Veronia, Monica Fassino alias Marchesa Maria Lesbia Cristina Doria di Ciriè; per il Cantun Maiolo Roch San Pol, Rosita Vinciguerra come Angelica di Caserta; per Cantun San Pancrass paroch Grange (cantun), Anita Cumino alias Anna Maria di Borbone Orleans.

Hanno garantito la presenza, molto apprezzata, i comuni di  Carmagnola, Ciriè, Giarole, Marentino, Reano, Rivoli, Susa e Valdellatorre. Fuori concorso anche i Comuni di Cavernago e Sperlinga. Partecipazione straordinaria per i Comuni di Gangi e Nicosia  provenienti direttamente dalla provincia di Enna.

“E’ un evento che abbiamo voluto a tutti costi, fortemente qui a Pianezza. La volontà è quella di creare un itinerario turistico, per valorizzare il nostro territorio. E’ l’occasione, anche,  per creare sinergie e collaborazioni tra questi diversi Comuni”, la soddisfazione del sindaco di Pianezza, Antonio Castello.