Numerose le persone presenti  presso la suggestiva e raffinata location della Biblioteca Civica di Pianezza, per assistere alla presentazione del libro “Il corvo di Pianezza: le origini della cucina di Pianezza e Druento”, del noto scrittore Gian Paolo Spaliviero .
La serata è stata moderata da Katia Bernacci, Direttore Editoriale della casa editrice Yume srl di Torino, mentre in qualità di relatori sono intervenuti il Dott. Pier Luigi Castagno,storico della cultura piemontese e lo scrittore Gian Paolo Spaliviero autore del libro Il Corvo di Pianezza.
Alla presentazione ha partecipato anche l’ assessore alla cultura del Comune di Pianezza Riccardo Gentile e la sua consorte.
Il libro ci consente di conoscere meglio le radici e le tradizioni della cucina piemontese, svelandoci delle ricette dimenticate, infatti molte località del Piemonte ne rivendicano la paternità proponendo la ricetta originale tramandata di generazione in generazione.
L’autore, con il suo personaggio, ci porta indietro nel XVII secolo raccontandoci tutte le avventure e i sotterfugi che la spia francese architettava per conoscere le ricette delle varie località piemontesi.
Gian Paolo Spaliviero ci riferisce:” Il libro prende spunto da vicende plausibili ma inventate, infatti, una spia chiamata il Corvo non è mai esistita, mentre reali e storicamente documentate ,sono le ricette pubblicate. Non volevo scrivere il solito libro che parlasse solo delle origini della cucina piemontese, per questo motivo ho creato il personaggio il Corvo , una spia gastronomica francese che annotava tutte le ricette del territorio e poi comunicava, con delle relazioni, al suo paese in Francia. Con questo libro vorrei trasmettere la passione per la ricerca dei nostri cibi popolari piemontesi. Sicuramente ci sarà un seguito di questo libro in quanto la nostra spia andrà a ficcare il naso in altre località piemontesi.”