L’Inqubatore Qulturale di via Mensa ospiterà l’evento “Ascoltami che ti leggo”.

Grande attesa per il laboratorio sperimentale “Ascoltami che ti leggo” che si terrà a breve  presso l’Inqubatore Qulturale  di via Mensa. L’evento sarà organizzato e guidato dalle assistenti sociali e life & family coach Giulia Albano e Cristina Riggio e sarà impreziosito dalla presenza della Dott.ssa Antonietta Nicoletti, psicologa e psicoterapeuta.

L’obiettivo del laboratorio è quello di aiutare a migliorare la comunicazione tra i ragazzi in età preadolescenziale ed adolescenziale e gli adulti. Oggi più che mai, il rapporto tra giovani e genitori non è sempre facile ed il passaggio dall’età infantile a quello della pubertà segna grandi cambiamenti che spesso hanno come risultato incomprensioni e difficoltà nella relazione con il “il mondo dei grandi”.

Ascoltami che ti leggo” propone ai sui partecipanti alcune tecniche di comunicazione alternative. Adulti e ragazzi , infatti, sperimenteranno l’uso della musica e delle canzoni come nuova forma di comunicazione e d’interazione reciproca. “Nella nostra decennale esperienza – ci spiega l’assistente sociale e family coach Cristina Riggio – abbiamo scoperto che la musica è sicuramente da considerarsi una nuova forma di linguaggio ed anche una fonte di aiuto nel rapporto genitori/figli. Lo stimolo che ci ha spinto ad introdurre questa nuova tecnica nel nostro ambito lavorativo è stata la partecipazione ad un corso di Songtherapy tenuto da Romeo Lippi, psicologo, psicoterapeuta e cantautore, anche conosciuto come lo psicologo del rock”.  “Genitori e ragazzi – continua l’assistente sociale Giulia Albano – potranno utilizzare le nuove modalità proposte durante il laboratorio anche a casa. Crediamo, infatti, che la partecipazione ad Ascoltami che ti leggo, sia l’inizio della condivisione di un progetto comune e duraturo nel tempo.  Ci piace pensare che i nostri incontri possano dare il via ad un percorso formativo da sviluppare poi in modo autonomo”.

 Per meglio spiegare le finalità del laboratorio, l’utilizzo delle neuroscienze e la spiegazione delle nuove tecniche di comunicazione utilizzate durante gli incontri, l’Inqubatore Qulturale ha ospitato, lo scorso,  6 febbraio , un appuntamento preliminare e gratuito dal titolo “Come comunicare con gli adolescenti?”, rivolto in particolar modo ai genitori interessati ad approfondire le tematiche della difficile fase adolescenziale dei loro figli. Mattatrici della serata le promotrici del laboratorio sperimentale,  Giulia Albano e Cristina Riggio e la Dott.ssa Antonietta Nicoletti.

Le date previste per il laboratorio sono in fase di definizione, ma possiamo anticipare che l’evento sarà suddiviso in quattro incontri. Il primo appuntamento verterà sui  temi e le tecniche utilizzate durante il percorso; il secondo vedrà protagonisti i ragazzi, i quali si conosceranno e sperimenteranno le tecniche della Songtherapy ; al terzo incontro, invece, saranno gli adulti a provare le stesse tecniche già usate dagli adolescenti .Infine, durante l’ultima giornata di laboratorio, i due gruppi si incontreranno ed interagiranno utilizzando  gli strumenti appresi.

“E’ proprio durante l’ultimo incontro – spiega Cristina Riggio – che potremmo trasformare la sperimentazione individuale dei due gruppi  in un lavoro collettivo. Ciò permetterà di capire come due generazioni a confronto possano comunicare in un modo nuovo, divertente e costruttivo tra loro”.

Giulia Albano e Cristina Riggio sono due assistenti sociali e life & family coach che operano a stretto contatto con famiglie, gruppi e comunità da oltre dieci anni.  Indipendenti per scelta, mettono al centro del loro lavoro la passione, le competenze tecniche e le conoscenze acquisite. Il tutto condito da una buona dose di  creatività e curiosità. Molto diverse tra loro, ma allo stesso tempo in simbiosi quando si parla di sociale, Giulia e Cristina saranno nuovamente presenti a Venaria tra marzo e novembre con una serie di incontri  sull’educazione alla cittadinanza, rivolti ai ragazzi dai 15 ai 17 anni. A tale proposito, invitiamo tutti gli interessati all’incontro introduttivo che si terrà il 22 febbraio alle ore 20.30 all’Inqubatore Qulturale.

“Lo spirito del polo culturale di via Mensa è totalmente in sintonia con il nostro modo di pensare e vivere il sociale – commentano l’Albano e la Riggio –  È un luogo che da voce all’innovazione, alla voglia di cambiare e di comunicare e che, grazie al suo gestore, Fabio Dipinto, ascolta i bisogni e le esigenze dei cittadini venariesi”.

Il  costo a persona per l’intero ciclo di incontri di “Ascoltami che ti leggo” è di 30 € e le iscrizioni sono ancora aperte.

Per maggiori informazioni sulle attività di Giulia Albano e Cristina Riggio, potete visitare il loro sito www.assistentisocialionline.it  e la loro pagina facebook Assistenti Sociali Online o chiamare i seguenti numeri: 346/5452618 – 333/2405057.

Se, invece, foste interessati ad avere maggiori notizie sul programma e gli eventi proposti dall’Inqubatore Qulturale di via Mensa, potete visitare il sito www.inqubatoreculturalecoronaverde.it o facebook alla pagina Inqubatore Qulturale Corona Verde.

le assistenti sociali Giulia Albano e Cristina Riggio alla presentazione dell’evento “Come comunicare con gli adolescenti?”, prequel del laboratorio sperimentale “Ascoltami che ti leggo”

il pubblico presente all’incontro lo scorso 6 febbraio

l’entrata dell’Inqubatore Qulturale che ha ospitato la conferenza “Come comunicare con gli adolescenti?” e che ospiterà il laboratorio sperimentale “Ascoltami che ti leggo”